Ubicazione e strutture

La Fondazione Piccola Opera Charitas, attualmente retta dal presidente Domenico Rega, è un ente no-profit, nato negli anni ‘60 dalla volontà del francescano Padre Serafino Colangeli, avente come scopo originale l’educazione e rieducazione religiosa, morale e civile, secondo la tradizione cattolica, della fanciullezza abbandonata, appartenente a qualsiasi categoria sociale.

Questa vocazione iniziale, nel corso degli anni e durante l’articolata storia dell’Opera, si è poi orientata principalmente verso l’assistenza ed il recupero delle persone diversamente abili, dando vita a molteplici realtà, tra cui la principale è il Centro di Riabilitazione di Giulianova, che offre molteplici servizi a cui si può accedere seguendo le modalità previste dalle norme vigenti.

Successivamente la Fondazione ha affiancato alla riabilitazione anche l’amore per la cultura e l’arte, creando a Giulianova l’importante Centro Culturale S. Francesco, composto dalla biblioteca “P. Serafino Colangeli” e dalla “Sala Trevisan”, due strutture aperte al pubblico, che raccolgono ogni anno molte visite da parte di studiosi di ogni genere.

Più piccole, ma non meno importanti, sono le altre strutture assistenziali che la POC ha dislocato nel territorio, come la Mensa dei Poveri a Giulianova e la Casa Famiglia di via Porta Monacisca, a Chieti. In attesa di apertura è invece il modernissimo Centro di riabilitazione a Colleranesco, concepito secondo i più moderni standard strutturali di sicurezza e comfort.

Sala Trevisan

La Sala “G. Trevisan” nacque all’interno del Centro culturale San Francesco, nel maggio del ‘2000, dal desiderio di Padre Serafino Colangeli di dotare la città di Giulianova di uno spazio espositivo facilmente accessibile a tutti gli artisti e soprattutto a quelli abruzzesi. Nel tempo sempre più è parsa mirabile questa intuizione che cerca di colmare una carenza di liberi spazi espositivi, cronica per l’Italia e a cui Giulianova non fa purtroppo eccezione. L’attività della Sala “G. Trevisan” è incessante nel proporre l’arte attraverso mostre personali o collettive, concerti, conferenze, recital di poesie, progetti didattici per le scuole, tutto quanto possa insomma dare voce e sostegno al mondo dell’arte. Sala Trevisan

Centro Culturale San Francesco

La Fondazione Piccola Opera Charitas Onlus ha affidato la tutela del suo patrimonio artistico e bibliografico, nonchè lo svolgimento delle attività ad esso connesse, al Centro culturale San Francesco. Centro culturale

Inaugurato il 4 ottobre 1983, nei primi anni la sua attività si è concretizzata prevalentemente attraverso il servizio agli studenti della città di Giulianova.

Successivamente, per via di un crescente fabbisogno e di una richiesta di servizi sempre più estesa, un’intera ala è stata appositamente progettata per lo svolgimento delle attività culturali, portando alla realizzazione, nel 2000, di una moderna sala polifunzionale (Sala Trevisan) e di ben due piani adibiti a biblioteca (Biblioteca P. Colangeli)

Il Centro culturale San Francesco è stato censito, nel 2001, tra i cinque centri culturali cattolici della Provincia religiosa Abruzzo-Molise, unico nella Provincia religiosa di Teramo-Atri. La sua attività veicola quelle che sono le linee guida della CEI espresse nel progetto culturale della stessa privilegiando occasioni di riflessione sul rapporto tra fede e arte.